LE NUOVE STRATEGIE DIGITALI PER PARLARE CON IL CONSUMATORE

 In News
media-ale
Alessio Di Rini - Trade Marketing Specialist at Advice Group

Come si comunica con il consumatore attraverso le nuove strategie digitali?

Per quanto ci riguarda, sviluppiamo meccaniche promozionali e di loyalty digitale. Alla base di tutte le nostre attività c’è un messaggio chiave con cui avviamo il dialogo con il consumatore: “Acquista perché hai una possibilità di vincita”. L’utente acquista il prodotto e gioca il codice univoco presente in-pack, oppure riceve una cartolina promozionale da una hostess in-store o in evento e tenta la sua possibilità di vincita. Lato nostro, da quel momento siamo in grado di mappare in “progress” il suo comportamento successivo, come la frequenza e la tipologia di prodotto acquistato, ma anche azioni scollegate dall’acquisto, come attività social o virali. Con tutte queste informazioni è possibile comunicare in modo mirato con il singolo, spingendolo a fare altre azioni che possono restituirgli valori aggiuntivi.

Quindi i brand con cui lavorate possono accedere ad informazioni profilate dei loro clienti?

Assolutamente sì. Con un programma di Progress Marketing il brand ha due vantaggi principali. Il primo è sicuramente la possibilità di ottenere dati di misurazione dell’attività promozionale durante il suo svolgimento. In questo modo il brand non deve arrivare al termine dell’attività per valutarne la redemption ma può costantemente prendere provvedimenti per migliorarne le performance. In secondo luogo, utilizzando uno strumento digitale il brand trasforma il suo database arricchendolo di informazioni comportamentali. Quindi non saprò solo che Alessio Di Rini ha partecipato ad un certo concorso, ma conoscerò anche il device con cui ha partecipato, se ha risposto ad un sondaggio, se ha viralizzato l’attività. In base alle risposte delle persone definiamo nuovi profili comportamentali a cui le aziende non avrebbero altrimenti accesso.

I concorsi sono ancora canali molto appetibili per coinvolgere i clienti?

Il concorso è ancora molto appetibile, se navigate in alcuni blog dedicati ai consumatori potrete certamente valutare la loro attenzione verso questi strumenti. Inoltre monitorando le conversazioni degli utenti è possibile anche scoprire come si sta evolvendo il mondo dei rewards e quindi le tipologie di premio di maggior appeal per gli utenti, ad esempio in questo periodo sono molto apprezzati i buoni spesa e i buoni carburante.

L’Italia si sta aprendo a questi nuovi scenari del digitale?

L’Italia si sta aprendo verso nuove tendenze, soprattutto rispetto a nuovi strumenti con cui ingaggiare il consumatore finale. Ad ogni modo il nostro approccio Progress Marketing, ovvero la misurazione in corsa delle performance e l’utilizzo di questi dati per migliorare l’andamento delle vendite, è una filosofia maggiormente radicata nel mondo anglosassone più che in Italia, dove ha ancora molta forza il classico messaggio di creatività.

L’ultima domanda. Un errore da non fare quando si fa comunicazione?

Bisogna evitare l’assenza di una comunicazione diretta con il consumatore finale. Parlando nello specifico di un’attività promozionale o di un concorso la prima cosa che bisogna dire al consumatore per coinvolgerlo non è “compra” ma è “vinci”, e da quel momento promuovere un dialogo costante mirato sui suoi comportamenti.

Recent Posts